CPIA Legnano sede di Rho di Rho (MI) - Classi RA1C, RA1E, RA1D

Alla ricerca della vera essenza della vita

Aaron Nobile da 3 anni col suo cane gira l’Italia in bicicletta per riscoprire il linguaggio della natura e il contatto con le cose vere

«Non siamo nati per vincere o perdere, essere meglio o peggio. Siamo al mondo per arrivare alla Luce» Questo è il pensiero che accompagna il viaggio del giovane Aaron Nobile, 26 anni di Como, non solo lungo le bellissime località dell’Italia, ma soprattutto verso la ricerca della vera essenza della vita.

Aaron da circa tre anni, in sella alla sua bicicletta e col suo fedele meticcio Dexter, percorre chilometri di strade, di sentieri e di spiagge lambite dall’azzurro dei meravigliosi mari della nostra penisola. Luoghi che suscitano in lui molti pensieri e anche teorie sul valore dell’uomo nell’Universo, sull’autenticità del nostro io e sulla libertà di vivere a contatto con la natura.

Durante il suo percorso ha scoperto il pericolo di molti sprechi e rifiuti, la capacità di vivere con poco e il grande culto della solidarietà. La saggezza di questo ragazzo è sorprendente quando ci rivela il suo coraggio durante la convivenza con le intemperie e le avventure che incontra durante il suo cammino, con queste parole: “A volte la vita si dimentica di quello che tu volevi, ma dopo ogni sofferenza ci sarà una rinascita”.

Aaron ringrazia la natura perché gli consente di vivere giornate in cui tutto fluisce in modo naturale insieme al sole caldo, al suono delle onde, alla visione dell’Etna innevato alle spalle che trasmette vibrazioni speciali. E vorrebbe condividere queste sensazioni bellissime con qualcuno in una danza di leggerezza. Così come è leggera la brezza che soffia e accarezza la sua pelle. Per lui “amare” vuol dire usare la propria legna per mantenere acceso il fuoco altrui.

Dalla natura Aaron ha imparato che non ci dobbiamo mai abbattere perché il sole torna sempre e anche le tempeste più lunghe avranno le ore contate! «Siamo tutti di passaggio, godi come meglio puoi del tuo tempo senza far del male a nessuno». Con questo pensiero Aaron vuole esaltare il rispetto per tutti, per le meraviglie che la natura ci regala ogni giorno e in ogni fase della nostra vita.

«Per un passo verso la vera evoluzione, per avere più pace basterebbe essere consapevoli di quel che si è e di quel che è l’esistenza. Ognuno a modo suo, dovrebbe intraprendere il proprio percorso, essere indirizzato sulla propria via fin da quando viene alla luce. C’è troppa troppa confusione. Si è perso il senso dell’esistenza, si è perso il contatto con il vero. E’ ora di invertire la rotta, di muoversi verso lo sviluppo personale. Più natura e meno comento» scrive Aaron ai suoi amici che gli hanno chiesto persino di scrivere un libro sulla sua esperienza.

La sua sensibilità si evince dalla preziosa abitudine di ringraziare la vita e le persone che incontra durante il suo cammino: ogni gesto di gentilezza viene da lui venerato. “Grazie” è la sua parola preferita, sempre presente nei suoi dialoghi con i familiari, gli amici e i suoi fans che lo seguono con molto interesse sui social.

Votazioni CHIUSE
Voti: 11

Pagina in concorso