Per votare l'articolo clicca sul like a destra

Per votare è necessario registrarsi al sito e accedere.

Puoi votare la stessa pagina 1 volta al giorno.

Istituto Comprensivo Don Milani di Vimercate (MB) - Classe 5A

Viviamo tutti sotto lo stesso cielo

L’orrore della guerra, l’Ucraina in difficoltà sotto gli assalti della Russia e la paura che il conflitto si estenda fino all’Italia

La guerra non è più un segreto: i Russi hanno invaso l’Ucraina.

La TV, Internet, i giornali la raccontano con immagini e parole troppo forti e inappropriate.

Si ha il terrore che arrivi qui con una bomba nucleare: le particelle gassose potrebbero colpire anche l’Italia così da cambiare il clima e l’aria creando morte e distruzione. Ma ci sono molte altre guerre nel mondo.

Si pensa solo a questa guerra perché è più vicina all’Italia.

Non si devono dimenticare le altre. Ricordare è importante per continuare a sperare la pace per tutto il mondo.

Non bisogna nemmeno dare la colpa ai Russi, è Putin a fare tutto questo. Alcuni Russi si sono ribellati contro di lui.

In Italia c’è stato un caso di discriminazione in una scuola dove un ragazzo di origine russa è stato bullizzato.

Bisogna ricordare che nella Seconda guerra mondiale, i Russi hanno liberato tanti campi di sterminio e di concentramento. Il popolo Russo vuole la pace non la guerra. Nella guerra non ci sono né vincitori né vinti.

Bisogna imparare dal passato che ci insegna a non commettere errori in futuro ma non tutti lo hanno capito. Il governo italiano e altri Stati hanno deciso di mandare armi in Ucraina. È vero che possono aiutare il Paese ma alimentano ulteriormente la guerra. Ognuno ha il diritto di vivere in libertà e serenità.

Gli studenti della don Milani attraverso le poesie di Gianni Rodari hanno realizzato cartelloni e altre poesie per trasmettere messaggi di pace. Si sta facendo il possibile per accogliere i bambini Ucraini arrivati a Vimercate. Infatti vengono inseriti nelle scuole così possono continuare ad imparare.

È stato raccolto materiale scolastico perché loro sono arrivati senza NIENTE. Certo, non sarà come in Ucraina ma ci impegniamo per farli sentire a loro agio.

Diamo il benvenuto a questi bambini che vengono da vicino ma allo stesso tempo da lontano. Il gruppo missioni regalerà invece un sorriso ai bambini accolti: nel pomeriggio della Domenica delle Palme gli adolescenti doneranno un uovo di Pasqua, insieme ad un rametto d’ulivo e ad un sorriso.

Il Comune di Vimercate ha organizzato una serie di azioni per sostenere le famiglie Ucraine.

Il 9 marzo sono arrivate a Vimercate otto famiglie Ucraine (undici adulti e venti bambini) che si stanno integrando.

In particolare, il centro Caritas di Vimercate si occupa della loro accoglienza e trovare loro case dove sistemarsi.

Ci sono raccolte fondi nelle ditte dove lavorano alcuni genitori della scuola.

C’è anche uno spettacolo circense a Milano al teatro Arcimboldi molto coinvolgente di ragazzi Ucraini che hanno dovuto prolungare la tournée per non essere arruolati. Bisogna dare l’esempio e continuare ad affrontare questa disgrazia con piccoli gesti. Mettersi nei panni di queste persone è importante ma non solo, anche se l’aiuto che diamo è veramente poco, serve a riempire i cuori del popolo Ucraino che si sente protetto da altri Paesi.

Votazioni APERTE

Per votare è necessario registrarsi al sito e accedere
È importante sapere che si può votare la stessa pagina solo 1 volta al giorno.

Pagina in concorso